| 1 commenti ]

Ieri mattina, intorno alle 9, su un' area di servizio nei pressi di Arezzo, Gabriele Sandri, Dj, perde la vita a causa di una pallottola partita dal lato opposto della carreggiata.

Non voglio colpevolizzare nessuno e spero che sarà fatta piena luce, da chi di competenza, sulla situazione. Ciò su cui voglio portare l' attenzione è tutt' altro.
Ieri pomeriggio, di tutta risposta, degli imbecilli, perchè non possono essere definiti tifosi dei teppisti che con lo sport non hanno nulla a che fare, distruggono, rompono, lanciano e devastano in varie città d' Italia...Bergamo, Milano e Roma sono gli esempi più eclatanti, ma anche in stadi di serie minori ci sono stati notevoli tafferugli. Cori assurdi e frutto dell' ignoranza contro delle persone che in quel momento stanno facendo il loro dovere, rischiando la pelle.
Si generalizza come sempre in Italia...un rom fa il delinquente in Italia? "Tutti i romeni sono delinquenti" ho sentito dire, senza pensare che magari c' è gente molto più onesta di noi anche in altre parti del Mondo, al di là di ogni differenza.
Ieri è successo qualcosa di analogo, una tragedia avvenuta, probabilmente, per l' errore di un poliziotto che si è tradotta in guerriglia contro TUTTE le forze dell' ordine...
Io mi sento di dire due cose a quegli imbecilli...uno, non spetta a voi fare giustizia e soprattutto in quel modo, due, siete imbecilli doppiamente perchè avete disonorato la memoria di una persona, a detta di tutti, tranquillissima. Cosa avete nel cervello?

Sono sicuro che i tafferugli di ieri sono stati tutto un pretesto per dare sfogo a tutta la stupidità di certa gente ignorante e irrispettosa: a Bergamo hanno protestato incivilmente perchè la partita non era stata sospesa, a Roma perchè era stata sospesa...complimenti per l' incoerenza...ho letto in giro per il web che questi pseudo-tifosi hanno dato luogo a queste manifestazioni di stupidità perchè, mentre per l' ispettore Raciti il campionato venne fermato, per Gabriele Sandri no...tutte scuse...se il campionato, tutto il campionato, si fosse fermato, si sarebbe protestato lo stesso, come è infatti avvenuto a Roma.

Lo sport non è questo. La morte di un ragazzo di 28 anni non c' entra nulla con lo sport. Lo sport non c' entra nulla con quei cretini e quei cretini non c' entrano nulla con Gabriele.


Articoli correlati per categorie



1 commenti

Andrew ha detto... @ 14 novembre 2007 14:41

Ciao Benedè

Scrivo semplicemente che sono deluso sia da sportivo che da uomo...solo in Italia siamo animali

Posta un commento

Archivio