| 1 commenti ]

A Palermo esistono i giardini della Memoria, in ricordo di tutte le vittime della mafia, da quelli conosciuti, più o meno, da tutti, come Borsellino, Falcone, Impastato, ai nomi meno "illustri".

Oggi quei giardini sono stati visitati dal nostro Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ha detto, a mio avviso, delle parole molto importanti, pronunciandosi in favore dell' istituzione di una "Giornata della memoria" in onore delle vittime non solo della mafia, ma di tutta la criminalità organizzata. Perchè, e mi associo alle parole del Presidente, si tratta di persone "...che hanno lottato per la libertà della Repubblica italiana...".
Parole vere, di stima verso persone che hanno sacrificato la propria vita per un ideale che non ha bandiera, che non ha colore politico: quello della legalità, della libertà di esprimere le proprie idee, le proprie convinzioni, l' ideale del poter camminare per strada a testa alta, senza paure.
Un problema, quello della criminalità organizzata, che ci deve interessare perchè purtroppo siamo accumunati in questo ai nostri compagni siciliani, calabresi e sardi; una piaga che possiamo e dobbiamo combattere con i mezzi che abbiamo...persone che stanno rovinando la bellezza senza eguali della nostra terra, del nostro Mezzogiorno, della antica Magna Grecia, di quella terra che per secoli è stata la culla dell' intera civiltà mediterranea e che qualcuno, mascherato dietro un velo di omertà e silenzio, vuole far regredire nell' assoluta inciviltà e illegalità.
E allora onore a Napolitano, campano come me, e onore soprattutto al significato delle sue parole, che oltre ad essere un elogio, dovuto, al sacrificio di tante grandi persone, vogliono essere un mezzo attraverso il quale spronarci a reagire, anzichè subire passivamente, contro la violenza di queste persone.


Articoli correlati per categorie



1 commenti

brian747 ha detto... @ 16 giugno 2007 11:32

qst tuo post è molto bello! ma la situazione nn riguarda sl l'estremo sud. Io sono campano e, ti assicuro, anke qui la situazione si è fatta più ke insostenibile! nn se ne può più!
Onore a Napolitano e a tutte le vittime delle associazioni malavitose. Quelle tre persone del tuo post hanno fatto molto per noi,ed erano sole. Figurarsi cosa si potrebbe fare tutti insieme!
Bisogna essere uniti... GRazie a tutti quelli ke hanno combattuto e combattono ancora...grazie!

Posta un commento

Archivio