| 0 commenti ]

Ecco...ieri il Governo ha preso una bella batosta al Senato...e la cosa non può far certo piacere visto che la batosta in parte se l' è data da solo. Con questo vorrei solo esprimere il mio profondo disappunto (e sdegno, non volevo scriverlo ma è più forte di me) per i senatori Turigliatto e Rossi. Hanno preferito portare avanti le loro convinzioni ideologiche, per carità senz' altro dal loro punto di vista giuste, e consegnare la nostra politica allo sbaraglio. Si parla di governi transitori (Amato, Dini...MA DICO SCHERZIAMO?), istituzionali, di grande coalizione o di Prodi bis...il grande problema è, con la situazione che c' è, evitare dopo un eventuale Prodi bis, un tracollo bis e riconsegnare il paese allo sbaraglio ad una destra che lo trasformerebbe non più in uno sbaraglio solo politico, ma totale. Perchè prima tutti dicono "siamo fedeli a Prodi" e poi non si è d' accordo neanche su chi deve andare per primo al bagno durante il Consiglio dei Ministri? Perchè tutti vogliono dare l' occasione alla destra di parlare? Perchè invece di partito democratico non si parla prima di risoluzione delle divergenze? Ma soprattutto...perchè Andreotti non si ritira e se ne sta a casa che di danni già ne ha fatti troppi?


Vorrei solo vedere una sinistra che ci governa come dovrebbe e, aggiungo, potrebbe fare anche con una composizione del Parlamento molto strana data un' altrettanto strana legge elettorale (magari una clausola di sbarramento forte avrebbe risolto tutto)...ora che a mio avviso ci si stava avviando verso un maggiore consenso si cade sulla politica estera? Devono capire che altri sono più televisivi e "simpatici" mediaticamente e di queste cose ne approfittano alla grande. E non ne auspico un ritorno...per niente...
Magari scriverò controcorrente, ma non ho perso, e non credo perderò, fiducia nel governo di centro sinistra...magari, ripeto, meno simpatico, ma a mio avviso pragmatico fino ad ora. Con delle difficoltà, ma delle difficoltà che avrebbe avuto anche Berlusconi a governare con la stessa legge elettorale (e ricordo che la Cdl ne ha avute altrettante di difficoltà, ma con meno partiti nella propria coalizione e, soprattutto, con una legge elettorale diversa.

Quindi compattezza...il governo deve stringere le fila...la maggioranza, che ieri però al Senato non è stata tale, deve capire che al di là di ogni convinzione ideologica dei vari partiti non si può permettere di lasciare il paese di nuovo in mano all' altra parte politica...sarebbe una sconfitta troppo forte e ne pagherebbe in quanto a responsabilità politica...


Articoli correlati per categorie



0 commenti

Posta un commento

Archivio